THE JEWISH COMMUNITY OF SIENA

Si hanno notizie della presenza di ebrei nella città fin dai primi anni del Trecento; per oltre 350 anni l’attività bancaria svolta dagli ebrei è stata fiorente e le condotte sono state regolarmente rinnovate anche dopo l’apertura del Monte di Pietà nel 1471.
Con la bolla Papale emanata nel 1555 furono inasprite tutte le disposizioni antiebraiche medievali. Cosimo de’ Medici sulla falsariga della bolla Papale, impose anche agli ebrei senesi nel 1571, di risiedere in un quartiere a loro destinato situato vicino a piazza del Campo, delimitato da via Salicotto e via San Martino dove si incrociano via delle Scotte, i vicoli del Luparello e del Realto.

The Ghetto functioned until 1859. In about 1935, reconstruction work began.

Some of the original structures of the Ghetto remained as is and are still visible to today’s visitors. The original names of the streets have also remained unchanged.
Opposite the synagogue, one can find the Fonte del Ghetto, as it is still called today by the local people of Siena, built in the wall in Via degli Archi.
The ancient cemetery in Via Linaiolo is still used today.

Contattaci

Not readable? Change text. captcha txt
0

Start typing and press Enter to search