LA COMUNITÀ EBRAICA DI SIENA

Si hanno notizie della presenza di ebrei nella città fin dai primi anni del Trecento; per oltre 350 anni l’attività bancaria svolta dagli ebrei è stata fiorente e le condotte sono state regolarmente rinnovate anche dopo l’apertura del Monte di Pietà nel 1471.
Con la bolla Papale emanata nel 1555 furono inasprite tutte le disposizioni antiebraiche medievali. Cosimo de’ Medici sulla falsariga della bolla Papale, impose anche agli ebrei senesi nel 1571, di risiedere in un quartiere a loro destinato situato vicino a piazza del Campo, delimitato da via Salicotto e via San Martino dove si incrociano via delle Scotte, i vicoli del Luparello e del Realto.

Il Ghetto rimase in funzione fino al 1859. Nel 1935 circa iniziarono lavori per ristrutturare l’area anche se a tutt’oggi rimangono alcuni elementi della struttura originaria insieme ai nomi delle strade che attraversavano il quartiere.
Antistante il Tempio si trova la Fonte del Ghetto, come viene chiamata ancora oggi dai senesi, incassata nel muro in via degli Archi.

In via Linaiolo si trova l’antico Cimitero Ebraico tutt’oggi in funzione.

Sinagoga: Vicolo delle Scotte 14 – Siena 

0577.284647 e-mail: sienarav@gmail.com 

Capoculto: Rav Crescenzo Piattelli 

Delegato per la Sezione: Noemi Caro
e-mail: noemi.caro7@gmail.com 

Contattaci

Not readable? Change text. captcha txt
0

Start typing and press Enter to search